Sistema fuori rete (senza collegamento di alimentazione)

 

I sistemi energetici che non dispongono di una connessione alla rete sono chiamati sistemi stand-alone. Esistono di solito diversi motivi per non connettersi alla rete. 

Nel caso delle baite di montagna, ciò è dovuto alla loro posizione isolata e alla spesa finanziaria ed energetica necessaria per creare, mantenere e gestire una connessione alla rete. 

A causa della loro mobilità, le applicazioni mobili devono fare a meno di una connessione di rete. Le linee aeree di contatto, così come sono utilizzate sulle linee ferroviarie, sono complesse e costose da costruire e gestire. 

 

Un approvvigionamento energetico del 100% di tali sistemi è generalmente garantito dal sovradimensionamento dei generatori di energia e dell'accumulo. Grandi superfici solari in combinazione con un altrettanto grande accumulo di energia causano già una corrispondente impronta di CO2 e costi durante la loro costruzione. Tale sovradimensionamento risulta particolarmente svantaggioso nel caso di impianti stand-alone, in quanto le eccedenze non possono essere immesse in rete in quanto tali impianti non sono vincolati alla rete. Per questo motivo, l'ammortamento finanziario non ha successo quanto un saldo positivo di C02.

 

Fin dalla fase di produzione, è quindi importante mantenere bassi livelli di CO2 e costi minimi. La sicurezza dell'approvvigionamento energetico di tutti i tempi (100% di autosufficienza energetica), richiede considerazioni estese nella progettazione di sistemi stand-alone. Questa può essere realizzata, ad esempio, diversificando i produttori di energia (solare, eolica, idroelettrica). Tuttavia, se gli elementi necessari di luce, vento e acqua sono temporaneamente assenti, la possibilità di raggiungere la sicurezza dell'approvvigionamento dipende solo dall'immagazzinamento di energia nel sistema. Per essere in grado di ridurre il sistema di stoccaggio dell'energia/batteria a un livello ragionevole (costi/CO2), devono essere pianificate anche soluzioni di ripiego (emergenza). 

 

Clarico-Text-Image
Clarico-3 Columns Style 2

MEBREX MEC 1.4 24V

Generatore DC/Soluzione Blackout




Alimentazione elettrica per baite alpine ed edifici decentralizzati (sistemi stand-alone)


La connessione alla rete elettrica non è conveniente?

Mebrex propone una soluzione che combina i vantaggi dei sistemi attualmente disponibili (Fig. 1) ed evita la maggior parte degli svantaggi. 

Il sistema consiste in pannelli solari in combinazione con una piccola batteria e un piccolo, ma molto speciale, generatore brevettato da Mebrex. 


Mebrex amplia il sistema con il suo generatore brevettato di piccole dimensioni, che viene azionato solo per evitare che la batteria si scarichi. Pertanto, non c'è bisogno di utilizzare alcun costoso generatore di avviamento. Tutto questo avviene in modo completamente automatico (Auto-Start-Stop)!


Oltre a risparmiare i costi complessivi di installazione grazie a una batteria di dimensioni ridotte e al minor numero di moduli solari, è possibile ridurre le emissioni di CO2 e risparmiare sui costi già in fase di installazione. Durante le interruzioni di corrente prolungate, ulteriori livelli di CO2 vengono rilasciati solo in piccola parte.


Vantaggi:

 Migliore soluzione per un'immagine verde attraverso l'uso di energie rinnovabili (nel regno del possibile e non del necessario)

 Visibilità di questa soluzione accettabile  

 Costi di installazione più bassi grazie a singoli componenti più piccoli

 Applicabilità in diverse dimensioni

 Nessuna emissione di CO2 durante le brevi interruzioni di corrente

In caso di interruzioni di corrente prolungate, il funzionamento del generatore è ridotto al minimo necessario (avvio/arresto automatico)

 Funzionamento con combustibili a basso contenuto di CO2 (E-fuel) in fase di sviluppo




MOBILE LÖSUNGEN (ohne Stromanschluss)